Ferragosto 2013 vincono Comune ed Eni. Più di 13.000 visite ai musei civici di Milano

Ultimi articoli
Newsletter

Milano | L'INIZIATIVA DEL COMUNE FA AUMENTARE DEL 30% LE PRESENZE NEI MUSEI

Ferragosto 2013 vincono Comune ed Eni
Più di 13.000 visite ai musei civici di Milano

13.235, il quadruplo rispetto al 15 agosto 2010, quando le presenze furono 3.494. Un risultato importante, reso possibile dall’introduzione del biglietto gratuito grazie alla collaborazione tra Comune di Milano ed Eni

di Alberto Lattuada

Museo del'900
Museo del'900

MILANO |Ieri più di 13.000 persone hanno visitato i musei civici milanesi. Un numero quattro volte maggiore rispetto a Ferragosto 2010 quando le presenze furono quasi 3.500;un risultato importante che è stato reso possibile dall’introduzione del biglietto gratuito grazie alla collaborazione tra Comune di Milano ed Eni. «Oltre 13 mila presenze è davvero un risultato straordinario di cui siamo molto orgogliosi - ha commentato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno -:è il frutto della preziosissima partnership con Eni,la cui sponsorizzazione compensa il mancato incasso dei biglietti. L’ingresso gratuito dei musei civici si è rivelato per il secondo anno consecutivo un vero successo».

I NUMERI |4.512 milanesi hanno scelto il Museo del ‘900,4.444 il Castello Sforzesco,1.515 al Museo di Storia naturale e 1.292 all’Acquario,numeri che hanno portato ad un aumento del 30% rispetto al Ferragosto dell’anno scorso quando i visitatori furono 10.387.

LE FAMIGLIE |«Ieri – ha proseguito l’assessore Del Corno - ho incontrato molte persone curiose e interessate a scoprire le collezioni ospitate nei nostri musei. Mi ha colpito,in particolar modo,la presenza di tante famiglie con bambini nati in Italia da genitori stranieri,che hanno visitato soprattutto l’Acquario,il Museo di Scienze naturali e il Castello Sforzesco».

Venerdì 16 agosto 2013

© Riproduzione riservata

1326 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: