Progettare la Parità in Lombardia 2013. Il nuovo bando del Comune per le donne

Ultimi articoli
Newsletter

Milano | Le domande devono essere consegnate entro venerdì 11 ottobre 2013

Progettare la Parità in Lombardia 2013
Il nuovo bando del Comune per le donne

250.000 mila euro è la cifra stanziata per il bando «Progettare la Parità in Lombardia 2013» a favore di associazioni femminili,comuni e altre Istituzioni,che contribuiscano all'effettiva attuazione del principio di parità e di pari opportunità

di Alberto Lattuada

Pari opportunità
Pari opportunità

MILANO |250.000 mila euro è la cifra stanziata per il bando «Progettare la Parità in Lombardia 2013» a favore di associazioni femminili,comuni e altre Istituzioni,che contribuiscano all'effettiva attuazione del principio di parità e di pari opportunità nel territorio lombardo. L’assessore Paola Bulbarelli è la madrina dell’iniziativa e quest’anno il suo lavoro ha portato le risorse da 50.000 a 250.000 euro,una somma che sovvenzionerà progetti che lavorino su temi significativi come quello della violenza contro le donne,lo scopo è quello di costruire il Piano regionale anti-violenza e,soprattutto,per aumentare i centri anti-violenza in Lombardia. Al bando sono invitate le associazioni e i movimenti,tra quelli iscritti nel 2012 all'Albo regionale per le Pari opportunità,che non perseguano fini di lucro e gli Enti locali aderenti alla Rete regionale dei Centri risorse locali di parità;le domande di contributo possono essere presentate solo in forma di partenariato (da almeno tre soggetti) e il capofila può essere solo uno dei soggetti indicati.

CONTRIBUTO |Il contributo massimo ottenibile è di 10.000 euro e deve corrispondere,al massimo,al 50 per cento del bilancio complessivo del progetto. Bisogna necessariamente attenersi alle aree tematiche come la conciliazione vita familiare-professionale (con particolare attenzione allo sviluppo delle politiche temporali);azioni volte a favorire il riequilibrio di genere nella rappresentanza;contrasto alla violenza nei confronti delle donne (domestica, extra-domestica e tratta);lotta agli stereotipi e alle discriminazioni di genere;integrazione delle donne immigrate.

DOMANDE |Le domande devono essere consegnate entro venerdì 11 ottobre 2013,al Protocollo generale della Giunta regionale o presso gli sportelli di Protocollo delle Sedi territoriali regionali o,in alternativa,inviate entro la stessa data per posta elettronica certificata alla casella: casa@pec.regione.lombardia.it.

Domenica 11 agosto 2013

© Riproduzione riservata

1321 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: