Greenpeace si aggiudica un round nella battaglia legale contro Enel

Ultimi articoli
Newsletter

Milano | lo scontro intorno alla produzione di elettricità con le centrali a carbone

Greenpeace si aggiudica un round
nella battaglia legale contro Enel

La società perde il ricorso per la protezione del logo aziendale

Redazione Online

La lotta contro le centrali a carbone è una delle principali iniziative di Greenpeace in Italia
La lotta contro le centrali a carbone è una delle principali iniziative di Greenpeace in Italia

MILANO | Il tribunale di Milano ha respinto il ricorso di Enel contro Greenpeace per la campagna contro l’utilizzo del carbone da parte dell’azienda. Secondo i giudici anche l’uso del logo dell’azienda rientra nel diritto di critica e non ha alcuna motivazione o tornaconto commerciale. L’azienda elettrica accusava l’associazione ambientalista di fare raccolta fondi utilizzando la campagna contro l’uso del carbone da parte di Enel e di facilitare l’ingresso nel mercato italiano di una cooperativa di produttori di rinnovabili tedesca, Greenpeace Energy.

GLI ARGOMENTI DEI GIUDICI | Due i materiali della campagna portati all’attenzione dei giudici: le cosiddette «bollette sporche», distribuite dai volontari e riportanti stime di danni sanitari che sarebbero causati dalla produzione elettrica da carbone di Enel, e la finta copia del giornale freepress Metro con una falsa pubblicità aziendale che annuncia finalmente di voler abbandonare il carbone. Gesto quest’ultimo improbabile secondo gli ecologisti, dato che la produzione elettrica da carbone di Enel ha raggiunto nel 2012 il 48,5% del totale. «Gli argomenti usati da Enel non stavano in piedi da nessun punto di vista – ha dichiarato Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace Italia. – Questa sentenza, che segue una analoga sentenza del tribunale civile di Roma dello scorso luglio, ribadisce che il diritto di critica è inalienabile e che l’uso di loghi aziendali in campagne di critica con motivazioni fondate è legittimo». La sentenza inoltre aggiunge che gli obiettivi di Greenpeace non hanno alcuna natura commerciale.

Mercoledì 8 maggio 2013

© Riproduzione riservata

1324 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: