Omicidio del pusher a Sant'Ambrogio. Arrestati due pregiudicati. Trovata l'arma

Ultimi articoli
Newsletter

Milano | il corpo di Ivan Casetto era stato trovato in un campo l'8 dicembre 2012

Omicidio del pusher a Sant'Ambrogio
Arrestati due pregiudicati. Trovata l'arma

La vittima era stata chiamata per un appuntamento. Poi l'agguato

Redazione Online

Ivan Casetto
Ivan Casetto

MILANO | Risolto il giallo dell’omicidio di Ivan Casetto, spacciatore assassinato per un regolamento di conti l’8 dicembre 2012. Questa mattina i carabinieri del comando provinciale hanno arrestato due pregiudicati italiani e la prova regina è la pistola sequestrata nella casa di uno di loro. Sebbene sia stata modificata, secondo gli inquirenti è proprio la calibro 45 con cui è stato giustiziato Casetto, 48 anni, freddato con un solo colpo alla testa.

INDAGINI DIFFICILI | Il malvivente che aveva in casa la calibro 45 possedeva anche una seconda pistola semiautomatica e tre mitra di fabbricazione russa. Casetto era stato attirato da uno solo dei due a un appuntamento e lì sarebbe intervenuto il complice che avrebbe fatto fuoco. Il cadavere di Casetto era stato poi derubato, in modo da sviare le indagini e infine gettato in un campo di via Caduti di Marcinelle, area desolata dell’estrema periferia est di Milano. Le indagini hanno confermato che il delitto era nato nell’ambiente della criminalità comune legata allo spaccio di droga.

Mercoledì 22 maggio 2013

© Riproduzione riservata

987 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: